La mia storia

Pensate ad una persona semplice, senza problemi. Ecco, quella persona non è Giobbe Pellegrino. Da piccolo svogliato, chiuso in se stesso, davanti al computer a imparare il 3D, pochi amici e quelli che poteva avere ora non ci sono più, con un padre poco capito e mai riuscito a conoscere, una madre dolce e sensibile e due sorelle.

Oggi, il Giobbe da grande, trova la passione nella lettura, nell’arte, nel piacere della compagnia di anime amichevoli e di combriccole piacevoli.

Autoscatto

Photo credits by Daniel Rueda Cuerda

Oggi ha costruito un’immagine di una persona sincera e sicura di quello che vuole ottenere e vuole trasmettere tramite la fotografia, i video e le parole. Oggi è più romantico, sempre distaccato prima, ma poi si lascia trasportare per far si di avvicinarsi a persone, sempre in maniera discreta, giorni in cui parla poco e a volte per niente. Oggi può avere la luna storta, quella non si cambia. Se si alza con il piede sbagliato dal letto non puoi cambiare nulla, deve accettare che il giorno dopo non sbagli piede.

Oggi è cresciuto, si è messo in proprio e prova a fare quello che non è riuscito a fare tanto tempo fa.

Domani ha deciso di mettere un punto, un punto al domani. Non possiamo aspettare che l’oggi si perda per un domani incerto.

Questa è la mia città, Santarcangelo. Io la amo.

error: © by Giobbe Pellegrino